Colibrì

IL PROGRAMMA È IN PAUSA. SI RIPRENDERÀ A OTTOBRE CON LA NUOVA STAGIONE!

Colibrì, i libri per becco di chi li legge è uno spazio di condivisione per chi ha una viscerale passione per i libri, per le storie che raccontano, i personaggi che mettono in scena e le riflessioni che ci costringono a fare.

Ogni due lunedì a partire dalle 21h su Radio GwendalynColibrì prende la forma di un programma radiofonico che vuole dar voce a chi ama leggere. E siete tutte e tutti invitati a metterci il becco!

Se ti stuzzica l’idea di parlare in radio di quello che ami leggere, anche se non l’hai mai fatto prima e ‒ anzi ‒ soprattutto se in vita tua non ti sarebbe mai saltato in mente di farlo, contattami scrivendo a sebastiano.marvin[at]gmail.com oppure telefonando al +41 79 543 55 23.

Qui sotto, tutte le informazioni per ascoltare il programma.


PER ASCOLTARE IL PROGRAMMA IN DIRETTA: In onda ogni due lunedì su Radio Gwendalyn alle 21h, lo si può ascoltare in DAB+ (per il momento solo nel Luganese e nel Locarnese) oppure tramite la app Swiss Internet Radios (iOS, Android) o ancora sul vostro computer con un lettore multimediale (qui il file per lo streaming) oppure tramite il player Flash sul sito di Radio Gwen. Per chiamare in diretta e partecipare da casa al programma, il numero è: +41 91 225 45 18.

PER NON PERDERSI UNA PUNTATA: Qui sotto troverete una lista aggiornata delle puntate della stagione in corso, con un link al podcast (se già disponibile). Per restare aggiornati e avere anticipazioni sulla prossima puntata, date ogni lunedì verso le 12h alla pagina facebook di Radio Gwendalyn o seguitemi su facebook o Twitter.


Colibrì


«I libri, per becco di chi li legge. Mettici il becco anche tu!»


Puntata pilota ‒ UN ANTIDOTO A TE STESSO (Gwenstival 2017)

In una società narcisista in cui si tende sempre di più a considerare la realtà esclusivamente dal proprio punto di vista, i libri e le storie possono essere un modo di andare oltre se stessi? Cosa vuol dire mettersi nei panni di un personaggio di finzione? Ed è sempre possibile farlo, anche quando quel personaggio è completamente diverso da noi?

Lettori ospiti della puntata: Rolando Schärer e Amira Khali.

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #01 ‒ DIVENTARE LETTORI

Quand’è che siete diventati lettori? Qual è il libro che vi ha fatto capire che leggere vi piaceva e che la vita non sarebbe stata così interessante senza delle storie e dei personaggi di fantasia con cui riempirla? Per l’inizio di questa nuova avventura radiofonica, proviamo a gettare uno sguardo verso l’origine della nostra passione, invitando gli ascoltatori a fare altrettanto.

Lettori ospiti della puntata: Amira KhaliRaffaele Sanna. Libro ticinese del mese: La conta degli ostinati di Giorgio Genetelli (Gabriele Capelli Editore, 2017).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #02 ‒ ATTUALITÀ E POESIA

Abbiamo (quasi) tutti un’immagine un po’ distorta della poesia: se pensiamo alla letteratura scritta in versi pensiamo a Leopardi e a Montale più che ad autrici e autori attuali, mentre la memoria va più facilmente allo studio scolastico o accademico che non alla lettura per piacere. E chi siamo noi per sfatare questo mito e rivoltare come un calzino un cliché tanto assodato? Be’, siamo tre persone che amano leggere poesia anche per diletto. E che sanno per esperienza personale che la poesia può essere un modo molto efficace di commentare i fatti della più stretta attualità o i temi caldi del momento!

Lettori ospiti della puntata: Andrea Trombin ValenteRaffaele Sanna. Libro ticinese del mese: Maiser di Fabiano Alborghetti (Marcos y Marcos, 2017).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #03 ‒ ADATTAMENTI E TRASFORMAZIONI

Ci sono libri che diventano qualcosa d’altro. Spesso si tratta di romanzi che diventano film di finzione. In altri casi sono magari tuffi a capofitto nella propria storia personale, che diventano un documentario confezionato dalle mani e dalla visione di altri. È il caso per esempio di Volo in ombra di Anna Ruchat, che è diventato Volo in ombra di Olmo Cerri. Ma cosa succede quando si lavora a un adattamento? E che trasformazione subisce una storia, passando dalla pagina allo schermo, da un linguaggio (o da una lingua) a un altro?

Lettori ospiti della puntata: Olmo CerriAmira Khali e (in collegamento telefonico) Anna Ruchat. Libro svizzero del mese: In porta c’ero io di Pedro Lenz (Gabriele Capelli Editore, 2011; traduzione di Simona Sala).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #04 ‒ STORIE D’IMMIGRAZIONE

Di immigrazione e di immigrati si parla sempre molto spesso, nella maggior parte dei casi affidandosi a statistiche e sensazioni più o meno fondate. Ma se parlassimo di questo a partire dalle storie delle singole persone, per una volta? Se provassimo a metterci nei loro panni, grazie a un romanzo? Oppure che ne dite di mettere alla prova l’immaginazione, pensando che il paese d’arrivo potrebbe esssere Marte o che in un altro mondo non sarebbe più necessario attraversare il Mediterraneo, perché basterebbe semplicemente attraversare una porta? Insomma, nella quarta puntata di Colibrì si parlerà dei vari tipi di sguardo che noi occidentali portiamo alle storie di immigrazione.

Lettrici ospiti della puntata: Françoise Gehring e Amira Khali. Libro svizzero del mese: Se Dio fosse svizzero di Hugo Loetscher (Armando Dadò Editore, 2004; curatela e traduzione di Mattia Mantovani).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #05 ‒ I LIBRI COME BUSSOLE

Capita a volte di sentirsi persi. O di non capire più bene quale sia il nostro posto nel mondo. Capita di avere domande che ci ronzano costantemente per la testa, senza che si riesca a trovare una risposta. Ma a volte i libri vengono in nostro soccorso, facendoci dimenticare per un attimo quel ronzio o magari riuscendo, in certi casi, a farlo sparire del tutto, ricordandoci dove siamo, perché ci troviamo qui e magari anche quale sia la giusta direzione da seguire. In questa puntata proveremo a usare i libri come una bussola, parlando di storie che ci fanno sentire bene e di libri che ci permettono di vedere il posto in cui viviamo con altri occhi.

Lettori ospiti della puntata: Raffaele Sanna e Patrizia Ruggiu. Libro ticinese del mese: Le cose belle che vorrai ricordare di Mattia Bertoldi (Tre60, 2017).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #06 ‒ CONFLITTI, AMORE E DISTRUZIONE

Forse i tempi che stiamo vivendo sono tempi bui. O forse è solo un’impressione. Appare però chiaro che, fra tutte le luci che vediamo, le più luminose sono quelle dei roghi, delle esplosioni, degli spari che escono dalle bocche delle pistole. Quelle più visibili, non sono certo luci che ci guidano o ci indicano la strada, come potrebbero essere quelle di una torcia o di una stella.

Ma cosa succede se fra il baccano dei conflitti e i lampi della distruzione proviamo a infilarci l’amore? Non quello con la A maiuscola né quello romantico dei film. L’amore, semplicemente. Quello che genera invece di distruggere, quello che sorride alla vita qualunque cosa essa riservi.

Per una volta Seba Marvin è stato l’unico lettore presente in studio. Libro ticinese del mese: Cielo di stelle di Erminio Ferrari (Casagrande, 2017),

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #07 ‒ UTOPIE, DISTOPIE E IDILLIO

Utilizzando gli Eventi Letterari Monte Verità come trampolino, in questa puntata parliamo di utopia e del suo fratello cattivo, la distopia. Il festival asconese propone infatti ogni anno come tema l’utopia, legata di volta in volta ad altro, l’anno scorso i luoghi, quest’anno la natura. Il che ci ha fatto pensare che l’unica vera utopia per la Svizzera, forse, è strettamente legata al concetto di un idìllio fatto di pascoli verdeggianti, piuttosto lontano dalla realtà delle cose.

Partendo proprio da Utopia di Tommaso Moro ma arrivando a chiedersi se l’utopia in fondo non sia nient’altro che uno yogurt, citando Peter Pan e il Grande Fratello, Raffaele si è concentrato su Coordinate d’Oriente di Alessandro Perissinotto, mentre Amira ci ha portato Il mondo nuovo di Aldous Huxley.

Lettori ospiti della puntata: Amira KhaliRaffaele Sanna. Libro svizzero del mese: Estive di Blaise Hofmann (Éditions Zoé, 2007; tascabile 2011).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #08 ‒ LETTERATURA AL FEMMINILE

Esiste una letteratura femminile o al femminile? E com’è fatta? Chi la scrive? Chi la legge? Per questa puntata siamo partiti da queste e da altre domande simili. Più che un tentativo di trovare delle risposte definitive, però, il nostro è stato un tentativo di ragionare su cosa possa significare l’aggettivo “femminile” associato alla letteratura, un aggettivo che non si deve per forza di cose riferire alla presenza di una donna.

Appoggiandoci alle opere di una grande autrice come Jane Austen, fra le prime a mettere in scena personaggi femminili forti e complessi, ma anche a romanzi scritti a quattro mani, in cui sembra impossibile distinguere la penna femminile dal pennino maschile, ci siamo addentrati senza paura in una selva vastissima, per scoprire fra le altre cose che Tolstoj ha descritto l’ornamento dei capelli di Nataša Rostova come solo una donna può descriverlo.

Lettori ospiti della puntata: Raffaele SannaCecilia De Marchi. Libro ticinese del mese: Dove nascono le madri di Virginia Helbling (Gabriele Capelli Editore, 2016).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #09 ‒ PAOLO NORI

Tu l’hai trovata l’autrice o l’autore giusto per te? Non per forza ognuno deve averne uno, che sia chiaro. Ma quando lo si trova, di solito lo si riconosce subito. Bastano poche pagine, per saperlo. Anche se poi, magari, sono in realtà necessari diversi libri, per convincersene. E allora ecco una puntata di Colibrì dedicata a uno di questi autori giusti, almeno per qualcuno.

Nato a Parma nel 1963, Paolo Nori ha un modo di scrivere che non lascia indifferenti. Una scrittura “senza imballaggio”, che non segue le regole imparate a scuola, e che riversa sulla pagina un flusso di parole capace di ricreare in chi legge immagini spesso forti e sorprendenti. Che sia lo scrittore giusto anche per te?

Lettori ospiti della puntata: Olmo CerriSara Rossi Guidicelli. Libro svizzero del mese: La cura di Arno Camenisch (Keller Editore, 2017; traduzione di Roberta Gado).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #10 ‒ POESIA SONORA

In occasione della pubblicazione di Talk in a bit della poetessa britannica Hannah Silva, prima release dell’etichetta elvetica Human Kind Records di Alan Alpenfelt, a Colibrì si parla di poesia sonora, un genere letterario che si associa soprattutto al Futurismo e al Dadaismo, ma che per sua stessa natura difficilmente si lascia ingabbiare in movimenti, definizioni o etichette.

Ci sono cose che il linguaggio non può dire? E da dove nasce l’esigenza di esplorare terreni sonori apparentemente così impervi? Il suono può essere considerato letteratura oppure, per far parte della grande famiglia letteraria, ai suoni deve per forza essere associato un significato? E se quel significato in effetti c’è, ma è detto in una lingua inventata?

Lettori ospiti della puntata: Franco GhielmettiAlan Alpenfelt. Libro ticinese del mese: L’umanità gentile di Marko Miladinovic (Miraggi Edizioni, 2016).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #11 ‒ ANARCHIA E SORPRESE

Una puntata per scoprire che «Cosa ci fai qui, rottame?» può essere un saluto amichevole o che il modo più poetico di descrivere la miseria non viene da un poeta ma da una persona comune, che esclama in dialetto che persino i topi escono piangendo dalla sua credenza. Ma soprattutto per conoscere meglio Giorgio Genetelli, autore di Preonzo che vive da anni in esilio in Val Bavona, libertario e con il pallino dell’anarchia.

Fra insignificanti problemi tecnici risolti dopo 30′ di diretta, una chiacchierata tanto improvvisata quanto sorprendente e interessante, domande scritte su un foglio poi incollato al vetro e l’idea di volerne sapere di più sulle letture di uno scrittore che si è presto tramutata nel volerne sapere semplicemente di più sulla vita, l’undicesima puntata di Colibrì è stata un esperimento a tratti traballante, ma perfettamente riuscito!

Lettori ospiti della puntata: Giorgio GenetelliRaffaele Sanna. Libro svizzero del mese: Il diavolo nel cassetto di Paolo Maurensig (Einaudi, 2018).

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!


Puntata #12 ‒ GIALLO ESTATE, GIALLO POLIZIESCO

Abbiamo voluto dedicare la puntata di chiusura di questa prima stagione a uno dei generi letterari più amati: il giallo. Giallo che è però anche il colore del sole e quindi dell’estate. E siccome Radio Gwen si prende qualche mese di pausa per ricaricare le batterie, trovare nuovi soci e ripartire con ancora più entusiasmo, noi amanti della lettura vi lasciamo partire per le spiagge con un mare di suggerimenti nelle tasche.

Che poi apprezziate di più i gialli classici di Arthur Conan Doyle o Agatha Christie (che sorprendentemente non abbiamo nemmeno nominato) o il noir e l’hard-boiled, che approfittiate dei gialli per passare un po’ di tempo in Spagna in compagnia di Pepe Carvalho, in Sicilia con Salvo Montalbano o al fresco in Scandinavia, che preferiate scoprire la nuova avventura di un personaggio già conosciuto o il primo romanzo di autore mai letto, lasciatecelo dire: i libri si dividono sempre in due sole categorie, quelli scritti bene e quelli scritti male. O meglio, per dirla con le parole del nostro ospite della serata Fabrizio Quadranti, «quelli che fanno pensare e quelli che non fanno pensare.»

Ascolta il podcast su radiogwen.ch!