SegnalazioniTosti 'sti testi

The summer in the rain

Tempo di lettura: circa 2’00”. /// Una segnalazione. ///

Il podcast della settima puntata di Tosti ‘sti testi è a vostra disposizione per preparavi all’estate alle porte. Ospite virtuale di questo mese, il gruppo di reggae acustico francese Tryo.



The summer in the rain


Nonostante il fatto che gli ultimi due giorni sia stati piuttosto piovosi, l’estate è alle porte. Lo si capiva dagli odori di grigliata di settimana scorsa, dall’odore che ha l’estate la sera, anche senza dover sentire quello della carne alla brace.

Un po’ banalmente, l’estate è però anche uno stato d’animo. È sapere che quando piove, il sole è sempre pronto a tornare a splendere. E la settima puntata di Tosti ‘sti testi di questa stagione è un po’ questo: si parla di temi tosti e dei terribili temporali che attraversano il nostro tempo, condendo però il tutto con della musica estiva e festiva.


Bienvenue en France

È vero, siamo solo a inizio giugno. Tecnicamente l’estate non è ancora iniziata. Ma se l’estate è uno stato d’animo, si può essere estivi tutto l’anno. E se in sottofondo c’è la musica dei Tryo, è tutto più facile.

Come lo lascia intendere il loro nome, i Tryo sono un quartetto. Fanno reggae acustico, cantano in francese e suonano in quel linguaggio universale che sono i ritmi magnificamente trascinanti a cui le gambe, le braccia e tutto quanto il corpo non riescono a opporre resistenza.

Ma siccome stiamo parlando di Tosti ‘sti testi, uno dei motivi per cui si deve ascoltare la loro musica è la loro grande capacità di mettere in fila le parole e di parlare di temi forti e importanti, come l’amore al tempo del caos sociale e politico che stiamo vivendo oppure la situazione in Israele e Palestina o ancora le ingerenze delle multinazionali e degli Stati stranieri ‒ in particolare della Francia ‒ nel continente africano.


Con loro sul palco

Se ancora non siete convinti, un altro ottimo motivo di scoprirli è che sono incredibili dal vivo. A Ginevra, ormai qualche anno fa, li ho sentiti in un concerto lungo quattro ore, che nessuno dei presenti voleva che finisse mai. E se tramite la radio non è ancora possibile teletrasportarvi in torunée, a partire dalle ormai consuete lyrics o’clock, l’ora in cui su Radio Gwen si getta insieme uno sguardo ai testi delle canzoni, avete la possibilità di ascoltare tre brani in versione live.

Cosa aspettate ad ascoltarvi il podcast?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*